Benvenuti nella Sezione Sardegna

26 Settembre 2011Posted by giomas2000

 

        

Foto by giomas2000

La cartina geografica



Info by giomas


Quello che trovate sulla pagina e' il minimo che potevo fare per farvi conoscere alcune meraviglie della nostra isola. Per poterne conoscere qualche altro aspetto, navigate su questo sito...

Alcune note

 

Ogni zona geografica della Sardegna ha avuto un' evoluzione storica con influenze linguistiche differenti che caratterizzano ancora oggi le diverse varieta' del sardo. Cio' che e' costante sono i suoni e la musicalita'.
Il sardo risulta il piu' caratteristico degli idiomi latini; infatti, mentre le altre lingue neolatine andavano nei secoli elaborandosi, la Sardegna conserva le peculiarita' originarie di questo linguaggio con le sue origini illustri, greca e latina.
Il 1700 segna il passaggio dal dominio spagnolo a quello piemontese e per la prima meta' del secolo permane una situazione bilingue: il sardo e lo spagnolo. In seguito venne imposto l' uso dell' italiano come lingua ufficiale e contemporaneamente venne ridotto l' ambito d' uso del latino.
Il rispetto per la lingua sarda continua anche nel 1800 mentre di pari passo continua la diffusione dell' italiano.
La vera e propria inversione di tendenza comincia con l' Unità d' Italia, in pratica dopo il 1861. Intanto la lingua italiana diventa sempre piu' ufficiale. Il dialetto, comunque, era ancora diffusissimo.
Col termine Sardo si intendono le varieta' dialettali della Sardegna con esclusione di Alghero, isola linguistica catalana, e di Carloforte e Calasetta, isole linguistiche genovesi.
Il Sardo si suddivide in cinque principali varieta':
- Nuorese, parlato nel centro dell' isola e nel Goceano;
- Gallurese, parlato nella parte Nord-Orientale della Sardegna;
- Sassarese, nella citta' di Sassari e adiacenze;
- Logudorese, parlato nel centro-Nord della Sardegna;
- Campidanese, nel Sud dell'isola.
Mentre il Nuorese e il Logudorese sono le lingue che meno di ogni altra hanno subito le influenze continentali, il Campidanese, pur conservando i tratti caratteristici del Sardo, si avvicina di piu' ai dialetti italiani di tipo centro-meridionale.
Anche il Gallurese ed il Sassarese hanno subito un' influenza continentale; sono infatti di tipo toscano, anche se si sono sviluppati al fianco di quello Sardo.

La nostra memoria storica

 

L'immagine appare qui

Cliccare con il mouse nella SelectBox
ed usare lo scroller o i tasti freccia!


Tziu Bobore

Clicca su Play e ascolta la demo di un pezzo classico in lingua comune:

bobore.mp3

 
______________________________________


L' ISOLA DELLE ANTITESI
Poesia dedicata alla Sardegna dal poeta Ercole Contu nel 1993

Un' isola come un continente
folle e sconosciuto,
dove sono oche i pavoni,
le colline e persino le pietre sono monti.
Il miele e' amaro e il riso e'...sardonico.
La vipera non uccide,
il bove si aggioga per le corna,
il pane e' carta da musica.
Portano i Re una benda sugli occhi,
la ferocia alligna fra genti ospitali
e il progresso gira intorno
come un ballo tondo della tradizione.
che il mare separa ed unisce,
confine di piccoli mondi impenetrabili
che tante parlate dividono
e una lingua straniera tutti ricompone,
anche nel sangue in una sola Brigata.
Un' isola che ama e teme
la diversita' e la solitudine.
Isola antica quant' altre mai
ed aspra...e bella da morire.
La mia Isola!

______________________________________


SARDIGNA BELLA
Poesia dedicada a sa Sardigna da Pippinu Mele

Sarda e accogliente, terra mia,
cantu mi ses cara e geniosa,
cun mizzas de sardos cumpagnia
ti faghimos, ca ses meravigliosa,
de perla italiana sa zinia
ch' isplendede in mare luminosa
s' istella polare, pius famosa,
ammirad' a tie, invidiosa.

Da ogni parte de terra furistera
arrivan pro ti cherrer visitare,
naves' e barcasa a ischiera
approdana e cherene frimmare,
affollan dogni zona costiera
ca tottu sun perlas de ammirare.
Attirende totta custa zente
ses famosa in dogni continente.

Per leggere tutte le altre strofe a altre 60 e piu' poesie, clicca qui