Domenica 1 Dicembre

IL VERDURAIO


'Su carrettone', con la capotta di stuoia (s' istoggia de canna) piu' popolare di quel periodo era di proprieta' di un verduraio che veniva da Bosa per vendere frutta e verdura. Il personaggio in questione era una persona molto simpatica e, come da tradizione bosana, pronto alle battute scherzose. Una di queste, che probabilmente apparteneva ad altri ma che veniva attribuita a questo signore, era quella del cavallo magro del quale si potevano contare le costole e un cliente, in vena anche lui di scherzi, gli chiese : "Quanto costano le tavolette? (cantu costana sas taulittas?) Lui, senza scomporsi piu' di tanto, si porto' sulla groppa del cavallo e sollevandogli la coda disse: "Entra in magazzino e comincia a scegliere, (bintra a magasinu e cuminza a seberare).

Peppino Mele