TORMENTO DELL' ANIMA

postato da giomas2000 il 20/11/2012

quote

Mangio in silenzio
pane e dolore,
ripeto un rituale
ormai consueto.

Sulle rive della vita
cammino a passi stanchi,
guardo le nuvole
e ascolto il vento.

Lenisce le ferite
e allontana la tempesta,
dalla mia anima
bisognosa di quiete.

Cosa chiedere ancora domani
alla vita arsa dal vento,
che molte rughe ha cucito
e mille voci ha spento.

Variopinto tramonto,
svanisce l' ultima luce,
appare qualche stella,
viene l' ora nostalgica.

Lontani ricordi di
ansie e incertezze,
preludio alla sera
arriva il silenzio.

Il miagolio di un gatto
riporta la pace,
la notte e' arrivata,
ora tutto tace.

                                 giomas

TORNA ALLA PAGINA INDICE

Clicca sulla miniatura per tornare alla pagina iniziale



Oppure clicca sul pulsante