Il gatto, uno dei migliori amici dell'uomo

postato da giomas2000 il 03/04/2017

quote

Dolce ma riservato, intelligente ma non obbediente, autonomo ma bisognoso di cure e di affetto, ama la casa ma anche stare fuori. Domestico ma anche selvatico. Forse per questo spesso non lo capiamo, cosi' continuano a girare sul piccolo felino dicerie e luoghi comuni che non hanno fondamento scientifico.
Solitario e schivo in natura, il gatto in casa ama la compagnia. Ma anche quando vive per strada nelle nostre citta', crea colonie in cui condivide il territorio con altri suoi simili. Un comportamento che probabilmente ha imparato vivendo a contatto con l' uomo. Si affeziona solo alla casa e non al padrone, e' opportunista, non si fa mai male perche' casca sempre in piedi, non obbedisce quindi non e' intelligente e qualche volta porta pure sfortuna.
A chi non e' mai capitato di sentir parlare in questo modo dei gatti!? Eppure secondo alcune stime (fatte sulla vendita di cibo e accessori) in Italia ci sarebbe una popolazione di 7 milioni e mezzo di gatti "casalinghi", quasi quanti sono i cani che vivono in casa. Anche se e' molto difficile avere dei dati precisi, poiche' non esiste una vera "anagrafe" dei gatti. E' infatti una specie che si sta addomesticando proprio in questi decenni - un periodo brevissimo nei tempi lunghi dell' evoluzione - e che mantiene alcune caratteristiche dell' animale quasi selvatico, libero. E nonostante la "massiccia" presenza in famiglie e cortili, il gatto e' ancora poco conosciuto e, quel che e' peggio, su di lui sopravvivono ancora dicerie e luoghi comuni tutti sbagliati...