Il rapporto uomo - gatto

postato da giomas2000 il 03/04/2017

quote

Non tutte le persone sono adatte a convivere con un gatto. Il rapporto con l' uomo, che non deve essere conquistato con atto di forza e neppure con la violenza o la sottomissione, ma alimentato ogni giorno con la dolcezza e il rispetto.
Capirli e' impossibile, non permetteranno mai di farlo, ne andrebbe della loro reputazione. Continueranno a guardarci con i loro occhi meravigliosi e impenetrabili e noi continueremo a restarne ammaliati. E' quindi facile capire come solo le persone con una sensibilita' molto spiccata possano prediligere un rapporto cosi' paritetico, persone che certamente non sentono la necessita' di imporre la propria volonta', che non traggono piacere dall' esercizio del dominio e non sentono assolutamente il bisogno di possedere per essere appagati.
La persona adatta alla convivenza con un gatto, o meglio la persona che puo' essere scelta dal gatto per vivere con lui, ha una spiccata attitudine artistica, e' un idealista che ama la liberta' di pensiero e di azione. E' facile che a prediligere il rapporto con un gatto sia quindi una persona indipendente anche dal punto di vista lavorativo. Chi non disdegna stare solo, chi vive bene con se stesso, chi non fa della solitudine un cruccio e' forse la persona ideale per un gatto.